Stampa
stampa locandina in pdf

 banner. sasso

SASSO CARTA FORBICE / controcorrente

dal 25 aprile al 1° maggio 2018


da Bassano del Grappa a Valstagna, in cammino risalendo la Brenta tra ritagli di Carta e di terra

 

SASSO CARTA FORBICE / controcorrente è realizzato dall’associazione EQuiStiamo con il patrocinio dell’Unione Montana Valbrenta, della Città di Bassano del Grappa / Assessorato alla promozione del Territorio e della Cultura e di Musei Altovicentino;
con il sostegno di Arbos e Adotta un terrazzamento;
in collaborazione con La Piccionaia, Az. Agr. Verdevivo, La Casa del tempo, rete Pictor, Color cafè, La Pachamama, TerrazziAMO, Lapis terra, Alta via del Tabacco, Ivan Team, Ru.De.Ri, Amici dei Musei Valbrenta, Pro loco Valstagna

>>> 

Sasso... Carta… Forbice!

Chi, da bambino, non ha fatto questo gioco? Nell’antica morra cinese, con mano veloce si sfida l’avversario ed è la tensione costante tra osservazione e fortuna a determinare il confronto. Per il cammino di ricerca di quest’anno abbiamo scelto di muoverci anche noi ispirati da un’analoga tensione, per metterci in gioco con gli elementi della storia, delle identità e del paesaggio.

Il sasso è l’ambiente roccioso del Canale di Brenta, abitato da toponimi come Contrà Sasso e Calà del Sasso. E sono anche quelle pietre che, sapientemente lavorate, hanno dato vita al caratteristico paesaggio terrazzato.

La carta è quella prodotta dalla cartiera di Oliero, sulla quale per secoli i Remondini di Bassano hanno impresso le stampe vendute in tutta Europa dai perteganti di Castel Tesino. Ma è anche la Carta costituzionale italiana, che nel 2018 compie 70 anni e che, per questo, abbiamo scelto come guida ideale del cammino di quest’anno. Ponendo l’attenzione, in particolare, a quegli articoli che ci sembra di poter meglio cogliere ed agire attraverso il nostro cammino.

La forbice è l’azione degli elementi naturali, che affonda in un tempo non solo storico ma anche geologico. Percorreremo una valle incisa dall’azione congiunta di acqua e vento, che ne ha messo a nudo le rocce dolomitiche e le loro stratificazioni. Un taglio profondo, la Valbrenta, che ha visto passare popoli, eserciti, acque e legname, ma anche uno squarcio tra due mondi, una piccola terra di confine, una soglia che al tempo stesso separa e unisce i cieli mediterranei e i geli nordici.

Un viaggio controcorrente, risalendo il corso del fiume Brenta, per ricucire, passo dopo passo, Storia, storie e territori.

 

Sasso carta forbice è un progetto di ricerca biennale sul Canale di Brenta che proseguirà nel 2019 con il cammino da Primolano a Bassano del Grappa.

>>> 

Vaghe Stelle è un progetto di ricerca territoriale fatta con i piedi, un viaggio di esplorazione e conoscenza attiva dei territori, un’immersione nelle contraddizioni di luoghi spesso contaminati e indecisi, immaginando nuove geografie del lavoro, dell’abitare e dell’arte di vivere.

È un cammino senza fretta ma con molte urgenze, che tenta di ricostruire quell’incerta costellazione formata da piccole realtà economiche e culturali che lavorano in un’ottica di cura e responsabilità.

È un percorso di ricerca-azione che si fonda sul camminare come pratica di rigenerazione territoriale in grado di attivare delle relazioni, promuovere consapevolezza e produrre conoscenza.

Pensiamo che camminare in gruppo possa essere un preciso gesto poetico e politico. Tra le direzioni che ci sembrano più interessanti abbiamo individuato la costruzione di reti di economia solidale e sostenibile e lo studio di strategie per attivare processi di rigenerazione territoriale e realizzare percorsi e approcci per un turismo responsabile.

>>> 

 

EVENTI PUBBLICI

aspettando il cammino

GIOVEDÌ 19 APRILE | BASSANO DEL GRAPPA

ore 20.30 | Color Cafè, SS. Trinità

inaugurazione mostra fotografica

TERRITORI SU DUE PIEDI

Vaghe stelle e l’esplorazione dei dintorni

a seguire presentazione del cammino di ricerca 2018 “Sasso carta forbice / controcorrente”

lungo il cammino

MERCOLEDÌ 25 APRILE | BASSANO DEL GRAPPA

ore 16.00 | ritrovo ingresso centro commerciale Il Grifone

instant silent play / conversazione nomade

BIO-RESISTENZE

con Claudio Bizzotto (contadino) e Sergio Los (architetto)

conducono Carlo Presotto (regista) e  Paola Rossi (drammaturga)

È un sentimento d’amore per la terra che la rende abitabile, ci fa sentire a casa, radica nel suo linguaggio la nostra consapevolezza. Sergio Los, Geografia dell'architettura

Una passeggiata alla scoperta di due mondi diversi e contrapposti, dal centro commerciale all’azienda agricola biologica. Un’esplorazione del territorio che, grazie ad un sistema di cuffie wireless, diventa una conversazione nomade e interattiva, in bilico tra performance ludica e azione collettiva di resilienza.

durata: 2 ore circa | partecipazione a numero limitato | prenotazione consigliata scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DOMENICA 29 APRILE | VALSTAGNA (OLIERO)

ore 9.30 | Sala Conferenze del Parco delle Grotte

incontro

LA MONTAGNA SULLA CARTA

Tra declino demografico e abbandono, sfruttamento delle risorse e memoria, strategie per il presente e scommesse per il futuro, cercheremo di capire se un’altra montagna è possibile insieme ad operatori e amministratori locali.

Conducono:

Ilaria Mazzini, europrogettista per Anci, Strategie per le aree interne e ITLA

Miria Righele, già dirigente forestale regionale

Pierangelo Miola, funzionario forestale regionale

DOMENICA 29 APRILE | VALSTAGNA

ore 21.00 | Teatro Don Davide Paoletti

proiezione film documentario

THE NEW WILD

VITA NELLE TERRE ABBANDONATE

con la partecipazione del regista Christopher Thomson

Mentre le popolazioni rurali invecchiano e scivolano a valle, nuovi e sorprendenti paesaggi emergono in tutta Europa. Dove i terreni agricoli rimangono incolti, si reinsedia una natura autodeterminata: crescono alberi dove un tempo c’erano campi, e animali selvatici vagano liberi tra i ruderi. Interi stili di vita diventano storie, le storie diventano Storia e, a mano a mano che la città si espande, i ricordi cominciano a svanire. Qualcosa, però, cresce dalle spaccature della rovina, e tra le fessure di più grandi cambiamenti si incrociano storie minori: da un’abbandonata valle alpina - la Val d’Aupa in Friuli - un paese ci offre, nel suo precario tentativo di sopravvivere, una serie di riflessioni sul nostro mutevole rapporto con la campagna e con il mondo naturale tutto.

LUNEDÌ 30 APRILE | VALSTAGNA

ore 21.00 | Museo Etnografico Canale di Brenta

incontro

LA NOTTE DEL LAVORO NARRATO

introducono Daniela Perco (antropologa) e Paolo Malaguti (scrittore)

Una serata dedicata alle testimonianze sui lavori scomparsi, su quelli che resistono, su quelli che cambiano. Terrazzamenti, carta, tabacco, fiume, museo diffuso, turismo, agricoltura, educazione e formazione: queste le parole chiave intorno alle quali ruoteranno i racconti degli ospiti e il confronto per piccoli gruppi, volti a ripensare e agire il futuro.

Facciamo vivere l’Italia che mette testa, mani e cuore nelle cose che fa. L’Italia dell’intelligenza collettiva, della bellezza che diventa ricchezza, della cultura che diventa sviluppo, della storia che diventa futuro. Vincenzo Moretti (sociologo) - lanottedellavoronarrato.org -

MARTEDÌ 1° MAGGIO | VALSTAGNA

ore 9.00 | lungofiume

conclusione dell’azione collettiva

TRANSUMANZA LITICA

di Francesco RugieroSgorbia” (artista e scultore)

Un ciottolo è un pezzo di montagna che si stacca e, lentamente, intraprende un viaggio: si muove, migra e si trasforma, muta nell’aspetto e nelle dimensioni, fino a diventare un granello di sabbia. La transumanza è una migrazione stagionale con cui gli animali, in modo spontaneo o condotti dall’uomo, si spostano dalla pianura alla montagna e viceversa. “Transumanza litica” è un’azione collettiva per una riflessione sull’agire umano, che vedrà i camminatori prelevare, all’inizio del loro percorso, alcuni sassi dal greto della Brenta, condurli con sé risalendo il corso del fiume e, infine, ricollocarli più a monte, all’arrivo a Valstagna.

dopo il cammino

SABATO 5 MAGGIO | SOLAGNA

ore 18.00 | area Vecchia Fornace

installazione artistica per i 30 anni di Arbos

LA VALLE DEI REMONDINI

Con visita alla fabbrica e alle sue creazioni in carta riciclata e materiali eco.

SETTEMBRE / OTTOBRE (date da definire) | VALSTAGNA

Biblioteca comunale

mostra

LIBERE E SOVRANE

Le ventuno donne che hanno fatto la Costituzione

Nell'Assemblea Costituente, tra le 556 persone elette, ci furono 21 donne che parteciparono ai lavori e alle discussioni per la scrittura dei principi fondamentali della nostra democrazia. Il desiderio di riscoprire queste donne e il loro contributo nella stesura della Carta costituzionale ha portato a realizzare questa mostra, composta da 21 tavole realizzate dall'illustratrice Michela Nanut.

>>> 

si ringraziano per la gentile partecipazione

Sergio Los, Paolo Malaguti, Daniela Perco, Angelo Chemin

Su questo sito usiamo solo cookies tecnici che non richiedono l'approvazione dell'utente.